Tribunale di Modica: la soluzione è allargare a Noto e Rosolini


borrometi.jpgIl 5 marzo di dieci anni fa il problema della soppressione del Tribunale di Modica e del suo accorpamento a quello di Ragusa era d’attualità. Una delle strade per scongiurare la soppressione era qualla di allargare la circoscrizione giudiziaria ai Comuni di Noto e Rosolini sottraendoli alla circoscrizione di Siracusa.

Il 5 maggio del 1998 l’on Antonio Borromenti deputato al parlamento e segretario della Commissione Giustizia (il Presidente era Anna Finocchiaro vedi caso modicana) presentò la proposta di legge n 4628 dal titolo : “Modifica alle circoscrizioni territoriali dei tribunali di Modica e di Siracusa”. Nella illustrazione della proposta Antonio Borrometi scrive:”L’assemblea degli avvocati di Noto e di Rosolini e i consigli comunali delle stesse città hanno deliberato, entrambi all’unanimità, di chiedere l’accorpamento del territorio della pretura di Noto al circondario del tribunale di Modica.
Le istanze presentate si fondano su obiettive ragioni di carattere geografico e storico-culturale. Entrambi i centri, pur essendo attualmente ricompresi nel circondario del tribunale di Siracusa e facenti parte della pretura di Noto, sono territorialmente più vicini a Modica che a Siracusa, dagli stessi più distante e meno agevolmente raggiungibile. Inoltre, Rosolini e Noto hanno con Modica un’antica affinità di interessi economico-culturali e sociali, testimoniata, anche, dal fatto che la diocesi vescovile di Noto si estende fino a Modica, del cui collegio elettorale per la Camera dei deputati fa parte anche Rosolini.
Appare, pertanto, senz’altro meritevole di accoglimento la richiesta formulata dall’assemblea degli avvocati dei due comuni e dei rispettivi consigli comunali, di distacco dal tribunale di Siracusa, con conseguente aggregazione al tribunale di Modica.
Va conseguentemente disposta l’istituzione di una sede staccata di tale tribunale a Noto, con competenza territoriale anche su Rosolini, così come, attualmente è previsto per la pretura di Noto.
Ricorrono, infatti, le condizioni previste dalla legge per l’istituzione di tale sezione staccata del tribunale di Modica, per il quale d’altra parte non sono previste, attualmente, altre sezioni staccate”.

La proposta di legge fu superata perchè nel frattempo sembrò,  giustamente,  più concreta l’ipotesi di costruire una nuova sede per il Tribunale di Modica. E chi lo sopprime più il tribunalino!!! Tutto perfetto. Nuova sede costruita nel quartiere Sacro Cuore, tanto di inaugurazione, costi di gestione alle stelle che assicura il Comune, ma non riceve i soldi dal Ministero, pianta organica dei dipendenti sempre carente, pochi magistrati, tanto che a pochi anni dall’apertura si riparla nuovamente di soppressione ed accorpamento.

In pratica, per il Tribunale di Modica, dieci anni sono passati inutilmente. Siamo al punto di partenza, ci manca il battagliero indimenticabile  l’avv. Beniamino Scucces Muccio,  e non ci vorrebbe il ministra del tesero Schioppa che ha dichiarato guerra ai tribunali minori.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...