Peppe Drago: arriva un bastimento di soldi per pagare i dipendenti


Ammontano a 2.413.000,00 euro le somme che lo Stato e la Serit accrediteranno nelle prossime ore al Comune di Modica per fare fronte al pagamento delle spettanze a tutti i lavoratori dipendenti e dell’indotto.

A dare notizia è l’on Peppe Drago dell’Udc, che nella mattinata di oggi prima a Palermo e poi a Roma ha ottenuto l’accreditamento, con data odierna, di  2.163.000 dallo Stato in conto contributo ordinario e di 250 mila euro quale acconto dalla Serit.

Le somme saranno utilizzate, d’accordo con il commissario straordinario dott. Giovanni Bologna, già informato dello sblocco dei fondi dall’On Drago, per il pagamento dello stipendio ai dipendenti comunali, per far fronte alle legittime esigenze dei dipendenti  delle cooperative sociali, degli operatori ecologi, della Reteservizi e della Multiservizi.

Soddisfatto il commento dell’on Drago: ” come sempre in questi anni e con l’esperienza già fatta, siamo riusciti a sboccare una situazione che rischiava di incancrenirsi a fronte dell’immobilismo di quanti sono sempre pronti a puntare il dito, ma mai ad assumersi le proprie responsabilità come invece ha sempre fatto il sindaco, il suo partito ed io come parlamentare. Un utilizzo coerente delle risorse, con quanto stabilito ai tavoli sindacali, consentirà di attendere l’elezione della nuova amministrazione con serenità.

Mi aspetto adesso e con me i lavoratori e i fornitori che il presidente della Regione Lombardo faccia tesoro della trasferta modicana ed invece di ingiuriare faccia accreditare dalla Regione, subito, le somme già maturate dal Comune di Modica”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...